gpt
gpt
gpt
1 5

Assegno di mantenimento e redditi in nero

/pictures/2015/04/02/assegno-di-mantenimento-e-redditi-in-nero-906198446[4765]x[1986]780x325.jpeg

L'assegno di mantenimento è troppo basso perché il coniuge lavora in nero, si può impugnare la sentenza di omologa della separazione

Assegno mantenimento redditi nero

Dopo il divorzio sono venuta a conoscenza che il mio ex marito non guadagnava quanto dichiarato verbalmente. D premettere che per generosità, credendo alla sua situazione, gli ho lasciato casa e tutto l'arredo.  Volevo sapere se posso contestare l'omologa e l'assegno di mantenimento per mio figlio.

Tenga conto che durante gli anni di separazione non ha mai versato nulla per il figlio. Anche se tardi posso contestare anche questo? Durante la riconciliazione abbiamo tentato di avere altri figli ma con gravidanze non portate a termine. Dopo il divorzio ho saputo che negli ultimi cinque anni aveva una relazione con una donna, addirittura fidan zato ufficialmente. Posso denunciarlo per adulterio?

Grazie anticipatamente per una vostra risposta,

Licia (nome di fantasia scelto dalla redazione)

Come dimostrare coniuge guadagna più di quanto dichiara

Gentilissima Signora,

ogni provvedimento che il Tribunale assume nel definire una separazione o un divorzio è tecnicamente modificabile: le determinazioni che vengono assunte dal Giudice, infatti, sono prese a fronte di una realtà che di fatto può mutare nel tempo. Ciò detto, andrebbe un po’ approfondita la situazione che ci ha descritto.

A suo marito è stata assegnata la casa coniugale e il figlio ha seguito lei in un’altra abitazione, non mi è chiaro però se sia stato previsto un assegno in fase di separazione. Se così fosse, come del resto credo dal momento che è molto raro che non venga previsto neppure un minimo contributo a carico di un genitore, potrà certamente avviare l’iter del’esecuzione forzata per il recupero delle somme dovute tenendo conto del termine di prescrizione che è di 5 anni decorrenti da ogni singola scadenza mensile.

Passando, infine all’ultimo quesito l’adulterio non è un reato, ma tutt’al più un elemento a fronte del quale il Giudice nella causa di separazione può stabilire a carico di una parte il relativo addebito: nel caso specifico, tuttavia, gli anni trascorsi e la conseguente sentenza di divorzio escludono questa eventualità.